ALLA RICERCA DEL BORDO PERDUTO (PROUST ERA UN VELISTA?)

BARATTI - Come per la regata di Riva del Garda anche per la terza nazionale Fireball pianifico una partenza intelligente: una settimana di ferie all’Argentario, finita la quale avrei fatto prua con moglie e figlio su Baratti.

Come spesso succede le azioni di coraggio demenziale non rimangono impunite: pochi giorni prima della partenza il titolare della mia azienda (anch’egli velista, alla faccia dello spirito di corpo), mi nega le ferie concordate da tempo. Il cambio di boa comporta qualche effetto collaterale sia sul mio ruolo ricoperto a bordo (divento autista per accompagnare il resto della famiglia, graziato da capi meno sbadati del mio, in vacanza) che sulla mia rotta personale (rientro a Milano in treno). Nella settimana ex vacanza registro il primo di quei fenomeni proustiani con mi sollazzeranno per tutto il week-end, in acqua e fuori: evito di esplodere contro un’irragionevole collega perché il ricordo atavico di un’osservazione fattami anni fa (“ognuno ha il lavoro che si merita”) ha la meglio.

Il segnale di avviso di Trenitalia del venerdì sera non collima con le mie esigenze professionali e vengo dirottato su un treno del giorno dopo: la partenza da Milano Centrale è prevista alle cinque di mattina, prendere o lasciare. Questa volta la reminiscenza è ancora più ancestrale: un’interrogazione di latino in secondo liceo dove tradussi correttamente “multo mane” (di buon mattino), raggiungendo un sei tanto striminzito quanto soddisfacente.

Chiudere la porta di casa alle quattro e mezza ha il vantaggio di ricordarmi, parafrasando il libro di Ernesto Che Guevara, l’anno nel quale mi alzai presto: per essere in ufficio alle sei e mezza e poter uscire in tempo per recuperare mio figlio alla materna ero in piedi poco dopo le cinque. Il tutto per dodici mesi consecutivi (ne sarebbero bastati dieci, ma volevo arrivare all’anno tondo. Credo sia un fenomeno ben descritto sotto la voce “masochismo”).

Il tragitto in bici fino alla stazione centrale mi permette di incontrare i rimasugli del popolo della notte, personaggi che, complice il caldo umido, ben figurerebbero a fianco di Walter E. Kurtz di “Apocalipse now”. Il povero colonnello mi ricorda che la sceneggiatura del film di Francis Ford Coppola si ispirava ad un racconto lungo di Conrad, al quale invidio da sempre una fulminante battuta (“Come faccio a convincere mia moglie che quando guardo fuori dalla finestra sto lavorando?”) che, al contrario del resto del mondo, inserisco nella categoria “scene da un matrimonio”.

Il treno Firenze-Piombino è ben frequentato: nel mio scompartimento fa bella figura una sessantenne con i capelli bianchi e i tatuaggi neri (uno di quei casi nei quali permutando l’ordine dei fattori il prodotto cambia). È intenta a convincere il marito (la cui epidermide è stranamente priva di opere a china… avrà avuto altre qualità) ad accompagnarla al Chiostro degli Uomini (Istituto degli innocenti), per un recital del titolare della cattedra di fischio musicale a Pisa. Trattengo a stento un gesto a tema (= fischio di ammirazione) solo perché capitombolo in un ricordo di Alessandro Alessandroni (maestro anche lui), l’autore del fischio nelle musiche dei film western di Sergio Leone: quando lo chiamavano per registrare l’invito era chiaro e perentorio (“Alessà, viette a fa ‘na fischiata!”).

 

L’appartamento a Piombino è di alto livello: terzo piano senza ascensore, camera da letto con televisore non collegato, la cucina con due frigoriferi impilati uno sopra l’altro. Dulcis in fundo il piano cottura, in grado di fare la felicità del più esigente artificiere delle forze speciali nazionali. Questo paesaggio mi riporta ad una cena di tanti anni fa a Roma, a casa di un trovarobe (un ruolo fondamentale nelle produzioni cinematografiche): tutta arredata anni sessanta, compresa l’Alfa GT Iunior (rigorosamente lasciata aperta con le chiavi inserite nel quadro perché “se te la rubano è destino”) parcheggiata in giardino. Non mi sorprendo che la Carrà abbia deciso di sceglierla (la casa, non l’auto) per girare un suo video musicale.

La via (di Piombino, non di Roma) è rallegrata da un inquietante cartellone pubblicitario: uno slogan rivedibile (“acconciature stile giovane”, “per l’uomo che ha stile, per l’uomo sempre giovane”) è accompagnato da un volto a metà strada tra un Jocker con i capelli corti e un Pinguino appena uscito da un’abbuffata di aringhe

L’autore deve essere stato un affezionato lettore della rubrica de L’Espresso “separati nella culla”, della quale ricordo ancora l’articolo sulle inequivocabili somiglianze tra Arafat e Ringo Starr.

Una volta arrivati al circolo abbiamo le prime amare conferme (manca il poster della regata come nel 2020) e qualche aspra sorpresa (non ci sono le magliette, al contrario del 2020). Siamo 14 Fireball iscritti e 13 in acqua: all’appello manca Cocuzza, da capire se si è divertito troppo a Riva del Garda oppure la crescita dei suoi baffi lo ha sfinito.

Manca la nave dei pirati di due anni fa e la mia rechercher del Moneikos (4 ponti, piscina, elicottero, due ascensori, 12 persone di equipaggio) è meno fortunata di quelle di Proust. Poiché l’armatore di questo 62 metri mandava il figlio in una scuola pubblica perché “deve vivere una vita normale finché è possibile”, volevo avere suggerimenti su quale istituto scegliere per il mio.

Stefano ha cambiato (felicemente) la carrucola in testa della drizza spi e (meno felicemente) la posizione della maniglia della pompa spi, con il risultato che la drizza non si strozza e il sopracitato assume l’indegno compito di ancora galleggiante. L’inciampo nel ricordo della mia uscita in Strale di qualche anno prima è immediato: insultai la barca per tutto il tempo (“ho capito perché ha perso i trial organizzati dall’ISAF per scegliere il doppio olimpico: è una barca faticosissima”) prima di accorgermi di aver montato il bozzello scotta randa al contrario.

La domanda della verità a Tentoni (“sei ricco?” “potenzialmente”) mi ricorda una barzelletta ebraica (un ebreo sorprende un suo conoscente che piange come un vitello al funerale dell’uomo più ricco del villaggio: “Perché piangi, non eri mica un parente!”, “Appunto!” risponde lui) letta poco tempo prima per soddisfare l’insana curiosità di mio figlio, non soddisfatto di quelle per i bambini (“Mamma, mamma ho paura del buio!”, “non ti preoccupare, ora chiamo l’orco che ti accende la luce!”).

Mori è sorpreso dalla mia muta lunga (“sei pronto per un’immersione?”), non sapendo (è anche vero che, non essendoci stato, non poteva ricordarlo) che la mia ultima immersione è stata al Circeo, pochi minuti dopo aver visto un paio di metri abbondanti di pescecane liberato da una rete e ributtato in acqua. Da diverso tempo le uniche bollicine che frequento sono quelle della gassosa, che chiamo Sprite perché dopo la regata di Chiavari del 2009 venni insultato in pizzeria (“non l’abbiamo, ma qui vicino c’è la bocciofila”).

Le tre prove di sabato filano via lisce: nessuna partenza mure a sinistra, quasi tutti navigano sul lato sinistro del campo, quasi sempre i giudici spostano la boa di bolina. Io mi comporto come si deve e solo alla terza prova mi accorgo che la barca giuria ci mostra i gradi bussola.

I primi tre equipaggi in classifica (Stefanini-Borzani, Zorzi-Bordon, Brescia-Puppo) sono dei cannibali e occupano il podio in tutte le tre prove. Unici infiltrati Letizia e Francesco, terzi nella prima regata

leggi di più

...if you're going to the Irish Worlds...

Derian

UKFA Chairman

1  |  Irish Worlds - Important information

Please read this section if you're going to the Irish Worlds...

 

FI Stickers and UKFA Membership Cards

Ian Castle will be sending out membership cards & boat stickers in the next couple of weeks. Note, Ian is unable to deal with any enquiries this week.

Please check your measurement certificate! If you own the boat you will be racing in Ireland, the measurement certificate must be in your name. To obtain a fresh certificate, please send in the old one to the your NCA secretary

Measurement at the event

The Irish Fireball Association has produced a document to guide competitors though the measurement process at the Worlds. It was done for the Irish competitors, so remember not to use the contacts in this document for new certificates - contact our Ian instead!

Read the Preparation Briefing >

Free Polo or long sleeved T-shirt (but you need to specify which and what size!)

The person who entered the Worlds should have received an email last week about event tops. Please check your mail folders and reply to Neil Cramer ASAP - the deadline is this Friday 22nd July. Note, the email has only gone to one person in the boat, not to both the helm & crew.

1st hand news on the venue

Steve Goacher has recently been over to Ireland and managed to squeeze in a visit to Lough Derg. Sadly it was raining, but he took some photos anyway - just click on the link below.

Steve said "For anyone who has booked the Waterside Cottages you can see they are right next to the Yacht Club.  What you cannot see in the photos was how friendly the people are – very welcoming, and looking forward to the Fireball event, although they were pretty busy while I was there, as they had a big event planned for the following day.".

Take a look at Steve's photos! >

<Steves Photos from the Worlds Site>

Closing date for entry to the Worlds is 13th August 2022


2  |  60th Anniversary Merchandise

Remember to order your 60th Anniversary Merchandise. The shop is open until the end of the year.

Buy 60th Anniversary Merchandise >

31 luglio a Maccagno il Fireball d'Oro!

MACCAGNO - A fine luglio torna la classicissima interzonale internazionale Fireball d'Oro che storicamente permette di incontrare gli eccellenti equipaggi svizzeri e francesi che apprezzano il divertente campo di regata del nostro Lago Maggiore. 

Quest'anno in acqua altre due classi molto performanti, gli ISO e i Buzz. Qui sotto il bando di Regata.

Download
NoR_Maccagno_2022.pdf
Documento Adobe Acrobat 628.7 KB

GUL Fireball World Championships

Sponsors come aboard as entries surge for GUL Fireball Worlds 2022 at Lough Derg Yacht Club, Dromineer, Co Tipperary, Ireland.

A surge in entries before the main closing date for the GUL Fireball Worlds at LDYC Dromineer on Thursday saw entries reach 75 boats. Earlier in the week additional sponsors GUL and Failte Ireland came on board, joining Carrickcraft and Tipperary Co Council as key supporters of the event in August. The watersports apparel company GUL becomes the title sponsor of the Worlds, now known as the GUL Fireball World Championship 2022. The event has additional support from Irish Sailing and Fireball International. As this is the first Fireball World Championship since Montreal in 2019 there is significant interest around the globe with teams entered from Australia, Canada, France, Switzerland, Italy, the Czech Republic and South Africa, along with a large contingent from the UK and a rapidly growing local fleet. Many teams are travelling with their families and extending their trip so the event is expected to provide a strong boost to tourism in the lakelands area and beyond. The stunning lakelands area, a lesser-known gem of the Irish tourism offering, is likely to surprise domestic and international sailors alike with its beauty.  With special Irish Ferries rates for competitors the ‘Trip to Tipp’, is an attractive option for sailors from mainland Europe and the UK. Another great attraction at LDYC is the amount of space available for camping and for camper vans so much of the Worlds fleet is expected to live on-site for the event helping to keep the event both affordable and extremely social. With Carrickcraft cruiser hire as one of the sponsors discounted cruiser hire is available to competitors and their families, providing an attractive accommodation alternative which would allow families to view the racing from their floating holiday homes based on the marina beside the sailing club. 

 

In preparation for the Worlds the International trophies have been shipped to Ireland. Of these the most impressive is the World Championship trophy, a genuine work of art dating back to 1966 and featuring the famous sailor and journalist Bob Fisher as the first winner. Other famous names include John Caig, Ian Pinnell, Lawrie Smith, and of course the only Irish winners John Lavery and David O’Brien in 1995. The class celebrates its 60th anniversary this year with the major events being the Lough Derg Worlds and the special anniversary event at Hayling Island UK last weekend.

 

International race officer Con Murphy will be PRO for the event. The World Championships take place from August 21st-26th with a warm-up event on 18th & 19th August which doubles as the Irish National Championship. Measurement checking is expected to take place mainly on Wednesday 17th and Saturday 20thAugust with the racing programme of two races per day running from Sunday through Friday with Wednesday as the lay day. With some fifty square miles of open lake the venue is likely to challenge sailors with a good mixture of conditions over the week. While not at all as shifty or light as smaller lakes it will be interesting to see if the venue suits the Swiss and Czech competitors who predominantly sail on lakes. Amongst a hot entry list are multiple World champion Tom Gillard (UK) and former Fireball World champion Ruedi Moser (SUI). There are several top Irish teams participating including Barry McCartin and crew Conor Kinsella, Noel Butler and Stephen Oram, and also several new teams who have joined the fleet in recent months and have shown real potential. Not least of these is Chris Bateman who won the recent Fireball Ulsters in very lively and hotly contested conditions and has teamed up with professional dinghy coach Thomas Chaix for the Worlds.

 

The event will include an activity programme for families and non-sailors with many and diverse regional attractions. The long lead-up to the event, with the delay caused by the pandemic, has given the domestic Fireball fleet a great boost and the last couple of years have seen a big increase in local numbers. Some 28 Irish boats have now committed to the event, the first Fireball Worlds on local waters in eleven years. Youth sailors are welcome and can enter at a discount of 20% and the class is encouraging sailors from other classes to get hold of a Fireball and to join the fray. Recent months have seen a huge increase in interest in Fireballs in Ireland and sailors have joined from the 420s, GP14s, 49ers amongst other classes. Latecomers are advised to enter now via the club website at ldyc.ie before the event finally closes to late entrants on Friday August 13th. 

 

 

Issued on behalf of the Irish Fireball Association and LDYC

More information ; Joe Gilmartin Commodore LDYC 087 2028776

Frank Miller, hon sec Irish Fireball Association 087 2584016

2 e 3 luglio: nello splendido Golfo di Baratti la III° Nazionale Fireball

L'accesso al mare del Centro Velico Piombinese
L'accesso al mare del Centro Velico Piombinese

BARATTI - Dopo due anni la flotta Fireball torna nel meraviglioso Golfo di Baratti, dove il centro Velico Piombinese ha la sua base estiva, per disputare il terzo appuntamento valido per la ranking nazionale. Il 2 e 3 luglio gli equipaggi incroceranno le prue nelle acque cristalline davanti ad una delle più belle spiagge italiane accolti dall'eccellente organizzazione del CVP che da oltre 10 anni ospita gli appuntamenti nazionali e internazionali della Classe.

Il Golfo di Baratti è un piccolo scorcio di natura incontaminata che si insinua tra il Mar Tirreno e il Mar Ligure, a pochi passi da Piombino, sul tratto litorale toscano che da Livorno prosegue verso Grosseto.

Fu sede di uno dei più importanti insediamenti della civiltà etrusca mai esistiti; sul promontorio che domina il golfo si erge, infatti, Populonia, un’antica città etrusca di notevole rilevanza, dove ancora oggi possiamo ammirare alcuni resti di quella che fu la splendente civiltà dell’Etruria.

L’attuale Golfo di Baratti è stato uno dei porti etruschi più importanti, un attivo e popolato luogo di scambio di merci e, di lavorazione del ferro. Tutt’oggi il colore della sabbia presenta una peculiare caratteristica nera-argentea che brilla sotto i raggi del sole.

 

Qui sotto il Bando di Regata.

Download
Bando di Regata III° Nazionale Fireball
Baratti 2022.pdf
Documento Adobe Acrobat 3.5 MB